remove_action('wp_head', 'wp_generator'); Mujica:”l’unico bombardamento ammissibile in Siria è con latte in polvere e biscotti” | My CMS

Mujica:”l’unico bombardamento ammissibile in Siria è con latte in polvere e biscotti”

By novembre 22, 2015Senza categoria

da Il Post Viola

Qualcuno mi ha segnalato questo articolo, che gira in rete, del 6 settembre 2013. Quel grande uomo di José Mujica era ancora presidente dell’Uruguay e gli Stati Uniti si stavano preparando ad attaccare il regime di Assad con la scusa che quest’ultimo stava usando armi chimiche contro i ribelli dell’opposizione (ma dove abbiamo già sentito un’accusa simile per giustificare una guerra?). Mujica spiegava come fosse impossibile fermare una guerra con più guerra, rispetto all’intenzione degli Stati Uniti di preparare un attacco militare contro la Siria.

Parole ancora attualissime di uno dei pochi uomini al mondo che ancora riesce a dire cose semplici ma così rivoluzionarie. Nelle sue affermazioni si avvertiva la certezza che quello che sta avvenendo in questi mesi, sarebbe accaduto. Perché non riusciamo mai ad imparare abbastanza dalla storia, o forse non vogliamo.

Ecco l’articolo tradotto da qui.

Spiegando il suo punto di vista in una radio locale, Mujica ha affermato che “l’unico bombardamento ammissibile in Siria è con latte in polvere con biscotti e cibo, non con armi né bombe.”
La guerra è come “tentare di spegnere un incendio, gettando dentro più combustibile”, ha spiegato il Presidente.
“La guerra non si risolve introducendo più guerra presumibilmente più giusta, altrimenti si imbocca una strada piena di conflitti interminabili e si crea un profondo risentimento che si trasforma in lotta e resistenza da una parte verso l’altra”, ha spiegato Mujica a “El Pais”.
Analizzando la storia mondiale e sottolineando i recenti momenti topici della storia contemporanea, il presidente uruguaiano ha insistito nel ricordare le conseguenze di tutte le guerre. “In ciascuno dei tentativi degli ultimi 20 o 30 anni per imporre la democrazia occidentale con le cannonate, lì in Asia minore o nel mondo arabo, il risultato finale di questo sacrificio sono stati genocidi dolorosi”, ha precisato il leader uruguaiano.
Mujica è del parere che la guerra come soluzione serva solo a mantenere l’uomo nella sua preistoria. Chi ci guadagna sono gli speculatori, ha spiegato il presidente: “Gli interessi degli speculatori della finanza non sono lenti né pigri, ma pronti ad approfittare delle paure e l’instabilità di una zona di guerra.”
L’unica cosa che possono fare i paesi confinanti con la Siria è “discutere e discutere, cercando compromessi, e negoziare, qualunque negoziazione per cattiva che sia è infinitamente migliore per i deboli, i poveri e per coloro che soffrono nel mondo le soluzioni militari”, ha concluso il presidente Mujica.

(Fonte: http://violapost.it/2015/11/22/mujicalunico-bombardamento-ammissibile-in-siria-e-con-latte-in-polvere-e-biscotti/)

Leave a Reply